Il 25 giugno sono state aggiornate le statistiche Eurostat relative ai cittadini che usano Internet per dialogare con le loro pubbliche amministrazioni. Riporto qui sotto la tabella ordinata rispetto agli ultimi dati disponibili, quelli del 2011, ma è possibile consultare i database di Eurostat in modo interattivo.

Come si vede, negli ultimi quattro anni l’Italia è rimasta attorno al 20% mentre (quasi) tutti gli altri progredivano. Risultato: siamo penultimi, prima della Romania.

In queste occasioni c’è sempre qualcuno che denuncia metogologie di rilevazione partigiane oppure i più generali limiti della statistica. Speriamo invece che prevalga il senso della realtà. Se i dati degli ultimi quattro anni sono “74-80-82-84” per l’Islanda e “20-21-23-22” per l’Italia, qualche ragione evidentemente ci sarà.

Annunci