Tag

,

Il 18 settembre, ad un mese dall’inizio della vicenda, sono tornato per la terza volta alla Motorizzazione e ho mostrato all’impiegato la dichiarazione che mi era stata suggerita dalla sua collega. Lui mi ha apportato alcune correzioni (cancellando tra l’altro l’espressione “dichiarazione presentata su suggerimento dell’ufficio”) e ha espresso dubbi sulla sua efficacia perché a suo parere avevo allegato violazioni del codice della strada che non provavano che io fossi alla guida al momento dell’accertamento. Gli ho replicato che il fatto che avessi pagato una multa per un accesso nella ZTL lo scorso 31 gennaio provava che al volante c’ero io, perché in caso contrario avrei dovuto dichiarare che alla guida della mia auto si trovava un’altra persona. Come pure avrei fatto per una precedente multa per sosta nello spazio riservato ai mezzi pubblici, che aveva addirittura comportato la decurtazione di due punti dalla mia patente. Infine, ho fatto notare all’impiegato che, avendo dichiarato che nel mio nucleo familiare ero l’unico guidatore, anche le numerose multe da me pagate per divieto di sosta rappresentavano un forte indizio che per quattro anni avevo continuato a guidare, ignaro della patente scaduta. Lui mi ha allora pregato di attendere che la pratica venisse lavorata dal suo ufficio e poi telefonare ad una sua collaboratrice, che quel giorno era assente.

Il 23 settembre ho cercato per telefono questa signora ma una sua collega mi ha informato che aveva preso un giorno di permesso. Il giorno dopo la signara, inizialmente stupita per la mia telefonata, mi spiega che in casi come questo il suo ufficio invia la domanda ad un altro ufficio della Motorizzazione, che si trova dall’altra parte della città. Aggiunge che sono stato “molto fortunato” perché la mia pratica “era stata lavorata male” e la mia telefonata le ha permesso di “rettificare la procedura” in qualche senso che non riesco a capire. Mi suggerisce di richiamarla dopo 15 giorni per sapere se la domanda è giunta a destinazione e il nome del funzionario che l’avrà “presa in carico”. Mi spiega anche che dopo dovrò recarmi personalmente da lui per discutere ancora della possibilità di evitare i famigerati esami di guida.

Il 9 ottobre provo a chiamare la signora per tutta la mattina ma i telefoni della Motorizzazione , centralino compreso, sono tutti sempre occupati. Quando richiamo alle 14.30 trovo la signora che però mi interrompe bruscamente rimproverandomi di avere chiamato a quell’ora. Le chiedo: che orario fate ? E lei – “Dalle 9 alle 13! Richiami lunedì!”.

La patente scaduta – Terzo mese

La patente scaduta – Ma perché succede tutto questo ?

Annunci